Strict Standards: Declaration of JCacheControllerView::get() should be compatible with JCacheController::get($id, $group = NULL) in /web/htdocs/www.piantiamola.it/home/libraries/joomla/cache/controller/view.php on line 137

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.piantiamola.it/home/plugins/content/jw_allvideos/jw_allvideos.php on line 42

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.piantiamola.it/home/plugins/content/jw_allvideos/jw_allvideos.php on line 43

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.piantiamola.it/home/plugins/content/jw_simpleImageGallery/jw_simpleImageGallery.php on line 31

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.piantiamola.it/home/plugins/content/jw_simpleImageGallery/jw_simpleImageGallery.php on line 32

ART.9 ASSEMBLEA

L’Assemblea è composta da tutti i soci in regola con il versamento della quota sociale ed è l’organo sovrano dell’associazione. Ogni socio potrà farsi rappresentare in Assemblea da un altro socio con delega scritta e firmata. Ogni socio non potrà ricevere più di due deleghe che devono essere depositate dal socio cui sono state intestate prima che l’Assemblea abbia inizio. Non sono ammesse correzioni o cancellazioni sulle deleghe e non è consentito che un socio delegato possa trasferire le proprie deleghe ad un altro. L’Assemblea si riunisce in seduta ordinaria su convocazione del Presidente almeno una volta all’anno e ogniqualvolta lo stesso Presidente o il Consiglio Direttivo o almeno un decimo degli associati ne ravvisino l’opportunità.

L’Assemblea ordinaria indirizza tutta la vita dell’associazione ed in particolare:

  • approva il bilancio consuntivo e preventivo;
  • elegge i componenti del Consiglio Direttivo;
  • delibera l’eventuale regolamento interno e le sue variazioni;
  • delibera l’esclusione dei soci;
  • propone iniziative indicandone modalità e supporti organizzativi;
  • delibera su tutti gli altri oggetti sottoposti al suo esame dal Consiglio Direttivo.

L’Assemblea straordinaria delibera sul trasferimento della sede legale, sulle modifiche dell’atto costitutivo e dello statuto e sullo scioglimento dell’associazione. Sia l’Assemblea ordinaria che quella straordinaria sono presiedute dal Presidente o in sua assenza dal Vicepresidente o, in assenza di entrambi, da altro membro del Consiglio Direttivo eletto fra i presenti. Il Presidente nomina un Segretario dell’Assemblea, il quale dovrà redigere il verbale controfirmandolo insieme al Presidente. Le convocazioni sono effettuate mediante avviso scritto da recapitarsi ai soci almeno dieci giorni prima della data della riunione contenente ordine del giorno, luogo, data e orario della prima e della eventuale seconda convocazione, che può avvenire anche nella stessa giornata. In difetto di convocazione formale o di mancato rispetto dei termini di preavviso, saranno ugualmente valide le adunanze a cui partecipano, di persona o per delega, tutti i soci. L’Assemblea, sia ordinaria che straordinaria, è validamente costituita in prima convocazione quando sia presente o rappresentata almeno la metà più uno dei soci. In seconda convocazione l’Assemblea è validamente costituita qualunque sia il numero dei soci intervenuti o rappresentati. Le deliberazioni dell’Assemblea sono valide quando siano approvate dalla maggioranza dei presenti, eccezion fatta per le deliberazioni riguardanti la modifica dell’atto costitutivo e dello statuto per le quali è necessario il voto favorevole di almeno la metà più uno degli associati e per la deliberazione riguardante lo scioglimento dell’associazione e la relativa devoluzione del patrimonio residuo, per la quale è necessario il voto favorevole di almeno tre quarti degli associati. Le delibere assembleari devono essere pubblicate mediante affissione all’albo della sede del relativo verbale ed inserite nel libro verbale delle riunioni e deliberazioni dell’Assemblea tenuto dal Segretario.

ART.10 CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio Direttivo è formato da un numero di membri non inferiore a tre e non superiore a cinque, nominati dall’Assemblea dei soci medesimi. I membri del Consiglio Direttivo  rimangono in carica quattro anni solari e sono rieleggibili. Possono far parte del Consiglio Direttivo esclusivamente i maggiorenni. Nel caso in cui, per dimissioni o altre cause, uno o più componenti il Consiglio Direttivo decadano dall’incarico, il Consiglio medesimo può provvedere alla loro sostituzione nominando i primi tra i non eletti, che rimangono in carica fino allo scadere dell’intero Consiglio; nell’impossibilità di attuare detta modalità, il Consiglio deve nominare altri soci, che rimangono in carica fino alla successiva Assemblea che ne delibera l’eventuale ratifica. Ove decada almeno la metà dei membri del Consiglio, l’Assemblea deve provvedere alla nomina di un nuovo Consiglio Direttivo. Il Consiglio Direttivo nomina al suo interno un Presidente, un Vicepresidente, un Segretario ed eventualmente un Tesoriere.

Al Consiglio Direttivo sono attribuite le seguenti funzioni:

  • curare l’esecuzione delle deliberazioni dell’Assemblea;
  • predisporre il bilancio preventivo e consuntivo;
  • nominare il Presidente, il Vicepresidente, il Segretario e il Tesoriere;
  • deliberare sulle domande di nuove adesioni;
  • provvedere agli affari di ordinaria amministrazione che non siano spettanti all’Assemblea dei soci, ivi compresa la determinazione della quota associativa annuale.